Si è verificato un errore nel gadget
Nell'oceano di Internet sono centinaia i siti che si occupano dell'affaire Moro, come è stato definito da Sciascia. Il mio blog si presenta come un progetto diverso e più ambizioso: contribuire a ricordare la figura di Aldo Moro in tutti i suoi aspetti, così come avrebbe desiderato fare il mio amico Franco Tritto (a cui il sito è certamente dedicato). Moro è stato un grande statista nella vita politica di questo paese, un grande professore universitario amatissimo dai suoi studenti, un grande uomo nella vita quotidiana e familiare. Di tutti questi aspetti cercheremo di dare conto. Senza naturalmente dimenticare la sua tragica fine che ha rappresentato uno spartiacque nella nostra storia segnando un'epoca e facendo "le fondamenta della vita tremare sotto i nostri piedi".
Ecco perchè quel trauma ci perseguita e ci perseguiterà per tutti i nostri giorni.

mercoledì 28 maggio 2008

La lezione. Aula XI.


Vi segnalo l'uscita di questo libro di Raffaele Marino e della mia amica Danila Barbara dedicato alla figura di Franco Tritto. Gli incassi della vendita saranno devoluti in beneficenza.


Dalla quarta di copertina.
"Quella di Tritto è una vita interrotta: il 9 maggio 1978 la morte di Moro, suo professore e maestro, le ha dato un colpo fatale. Da allora è stata dedicata alla trasmissione di una voce, alla memoria di un modo di essere docente, politico, uomo, al ricordo di un esempio di comportamento, l'esempio di vita di Aldo Moro. La sua lezione è dunque la lezione trasmessa da un professore a un altro professore, da Aldo Moro a Franco Tritto, che l'ha tenuta viva e ne ha dimostrato l'impressionante attualità: fiducia nei giovani e dedizione a loro, rispetto per l'individuo e le sue libertà, forte moralità ma anche tolleranza e dialogo con tutte le posizioni, ascolto e collaborazione".

Nessun commento: